Le Metodologie

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sui cookie secondo la normativa europea

Il sito web che state navigando è conforme alla normativa europea sull'uso dei cookie. Per far funzionare bene questo sito, a volte installiamo sul tuo dispositivo dei piccoli file di dati che si chiamano "cookies". Il sito fa uso di cookie di profilazione propri e cookie introdotti da servizi di terzi parti di cui il sito stesso fa uso.

Che cosa sono i cookie?

I cookie sono di piccole dimensioni che vengono memorizzati all’interno del proprio computer quando visiti un sito web.

Questi , vengono utilizzati per personalizzare l’esplorazione degli utenti e raccogliere informazioni automatiche di accesso e di utilizzo del sito.

Quando il sito web è attendibile, come nel caso del nostro portale, i cookie contribuiscono a migliorare e velocizzare la sua navigazione, così come facilitano la tua prossima visita rendendo il sito più utile per le tue esigenze.

Questa è la sequenza di impostazione (o creazione) di un cookie:

  1. Quando si visita un sito Web per la prima volta, questo chiede di accettare un cookie per un dominio specifico. Se si accetta, il cookie viene salvato sul computer.
  2. Ogni volta che si visualizza una risorsa di quel dominio, il browser invia il cookie.

E’ possibile bloccare i cookie?

Sì è possibile bloccare o consentire i cookie in tutti i siti Web oppure scegliere i siti per i quali sono consentiti.

E’ opportuno bloccare tutti i cookie?

Non necessariamente. Il blocco di tutti i cookie può effettivamente contribuire a proteggere la privacy, ma limitare le funzionalità disponibili in alcuni siti Web. È pertanto consigliabile scegliere i siti Web per i quali consentire i cookie. È quindi possibile bloccare inizialmente tutti i cookie e quindi consentire quelli necessari per i siti considerati attendibili.

Che cosa sono i cookie temporanei?

I cookie temporanei (o cookie della sessione) vengono rimossi dal computer alla chiusura del browser. Vengono utilizzati per archiviare informazioni temporanee, ad esempio gli articoli presenti nel carrello.

Che cosa sono i cookie permanenti?

I cookie permanenti (o cookie salvati) rimangono memorizzati nel computer anche dopo aver chiuso il Browser di navigazione. Vengono utilizzati per archiviare informazioni, ad esempio il nome e la password di accesso, in modo da evitare che l’utente debba ridigitarli ogni volta che visita un sito specifico. I cookie permanenti possono rimanere nel computer per giorni, mesi o persino anni.

Che cosa sono i cookie dei siti web visualizzati?

I cookie dei siti Web visualizzati derivano dal sito Web visualizzato e possono essere permanenti o temporanei. Possono essere utilizzati per archiviare informazioni che verranno riutilizzate alla successiva visita del sito.

Che cosa sono i Cookie tecnici?

I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di "effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio" (cfr. art. 122, comma 1, del Codice).

Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l'acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.

Per l'installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti, mentre resta fermo l'obbligo di dare l'informativa ai sensi dell'art. 13 del Codice, che il gestore del sito, qualora utilizzi soltanto tali dispositivi, potrà fornire con le modalità che ritiene più idonee.

Che cosa sono i cookie di terze parti?

I cookie di terze parti derivano da annunci di altri siti, ad esempio popup o striscioni pubblicitari, presenti nel sito Web visualizzato. Possono essere utilizzati per registrare l’utilizzo del sito Web a scopo di marketing. 

Pulsanti per i social network

Al fine di creare i pulsanti per i social media, tra cui Twitter, Facebook e YouTube, e collegarli ai corrispondenti social network e siti esterni, sono presenti sulle nostre pagine degli script provenienti da domini non soggetti al nostro controllo. Tali siti potrebbero raccogliere informazioni sugli spostamenti dell’utente in Internet e nell’ambito del nostro sito in particolare.

Se si fa clic su uno o più di questi pulsanti, i siti di cui sopra registrano tale azione e potranno fare uso delle relative informazioni. Per informazioni precise sull’utilizzo che tali siti fanno delle informazioni raccolte dagli utenti, e per sapere come eliminarle o evitare che esse vengano raccolte, consultare le informative sulla privacy di ciascuno dei siti in oggetto

Le metodologie

Il dialogo civile è un processo democratico e di confronto pubblica che può realizzarsi in modalità differenti a seconda degli attori coinvolti e dei risultati che si vogliono raggiungere.

Il confronto tra i diversi attori, cittadini, amministrazioni, imprenditoria ecc. viene definito :

•   orizzontale, quando coinvolge pari cittadini e serve a fornire idee o orientamenti per le politiche di sviluppo;
•   verticale, quando avviene tre le amministrazioni e la cittadinanza;
•   settoriale, quando il confronto coinvolge un intero comparto e vede partecipare i diversi attori dello stesso.

Questi processi sono già diffusi a livello Europeo e promosso nei paragrafi 1 e 2 dell’articolo 11 del Trattato di Lisbona. La stessa Learning Cities, ha partecipato ad un processo partecipativo indetto direttamente dalla Unione Europea, sui temi dell’integrazione degli immigrati.

Il   dialogo civile può dunque svolgersi tramite un processo «dal basso», nel quale l’iniziativa prende il via dalle organizzazioni della società civile,   come   pure   attraverso un processo «dall’alto», quando è attivato dalle istituzioni. Esso rappresenta uno strumento fondamentale per dare forma concreta ai principi della governance: apertura, partecipazione, responsabilità, efficacia, coerenza e sussidiarietà.

Ogni diversa situazione o condizione, vede la preferenza di uno specifico metodo partecipativo. IN questa sezione dle nostro sito, proponiamo una selezione di questi per dare idea di come possano essere attuati.

Partecipazione Processi partecipativi e cittadinanza attiva

A Bari. Incontro di progettazione partecipata sulla sostenibilità. Si svolgerà il 22 dicembre 2010 presso la Facoltà di Economia dell'Università di Bari l'incontro di progettazione partecipata dal titolo "AAA cercasi futuro sOSTenibile", organizzato dal comitato di Bari dell'Associazione Studentesca AIESEC, in collaborazione con la società Conetica di Andrea Gelao, socio di…
Leggi tutto...

Open Space Technology

L’Open Space Technology (OST) è stato creato nella metà degli anni ’80 da un esperto americano di scienza delle organizzazioni, Harrison Owen, che realizzò che le persone che partecipavano alle sue conferenze apprezzavano più di ogni altra cosa i coffee break. COME FUNZIONA I seminari organizzati secondo la metodologia OST…
Leggi tutto...

Planning for real

Planning for Real è un metodo di progettazione partecipata, sviluppato a partire dagli anni '60-'70 dalla Education for Neighborhood Change dell'Università di Nottingham e registrato dalla Neighborhood Initiatives Foundation (NIF), un'organizzazione no-profit fondata nel 1988 da Tony Gibson con sede a Telford in Inghilterra. L'obiettivo è quello di individuare bisogni…
Leggi tutto...

Alternative Dispute Resolution

Come fare nelle situazioni complesse a condurre un processo negoziale reciprocamente vantaggioso per le parti in gioco? Una risposta possibile la troviamo nei metodi elaborati dall'Harvard Negotiation Project, un'unità della Harvard Law School, costituita nel 1979 come parte del Program on negotiation Consortium, per migliorare sia l'insegnamento teorico che la…
Leggi tutto...

Laboratorio Progettuale

L'ESPERIENZA DI RENZO PIANO A OTRANTO Il laboratorio di quartiere, ideato da Renzo Piano e dall'impresa di costruzione Fratelli Dioguardi, viene sperimentato per la prima volta nel 1979 a Otranto, quale strumento per avviare lavori di recupero e di adeguamento nei centri storici, utilizzando modalità partecipative e di coinvolgimento diretto…
Leggi tutto...

Focus Group

Il focus group è una tecnica di rilevazione per la ricerca sociale basata sulla discussione tra un gruppo di persone. La finalità principale del focus group è quella di studiare un fenomeno o di indagare uno specifico argomento in profondità, utilizzando come base per la rilevazione l'interazione che si realizza…
Leggi tutto...

Il progetto Di.Mo.Stra.

Il modello Di.Mo.Stra. dell'Anci per la pianificazione strategica verso la sostenibilità   Nel marzo 2007 l'Anci (Associazione dei Comuni Italiani) ha commissionato il progetto Di.Mo.Stra. ad un gruppo di ricercatori coordinato da uno dei soci fondatori di Learning Cities: Roberto Lorusso. Obiettivo del progetto è stato sviluppare, per gli enti locali…
Leggi tutto...

Camminata di quartiere

La camminata di quartiere è un metodo partecipativo che può essere utilizzato quale tecnica di "ascolto attivo" del territorio. CONOSCENZA DI CUI NON SI PUÒ FARE A MENO Alla base di questa tecnica c'è l'idea che sia fondamentale riconoscere e valorizzare la competenza degli abitanti riguardo al proprio ambiente di…
Leggi tutto...

Brainstorming

Il brainstorming, è un metodo per sviluppare soluzioni creative ai problemi. E' stato inventato negli Stati Uniti nella prima metà del secolo scorso da Alex Osborn, fondatore dell'Agenzia Pubblicitaria Batten, Barten, Durstine e Osborn. L'obiettivo originario del brainstorming è la produzione di "possibili soluzioni di un problema specifico", per lo…
Leggi tutto...

Metodo dell'Ascolto Attivo/Passivo

Delle "Sette regole dell'arte di ascoltare" (Sclavi, 2000a) che riportiamo qui di seguito, quella che più immediatamente rende l'idea di cosa si intende per Ascolto Attivo è la seguente: "se vuoi comprendere quello che un altro sta dicendo, devi assumere che ha ragione e chiedergli di aiutarti a vedere le cose…
Leggi tutto...

E.A.S.W.

Salta alla pagina di dettali sull'European Awareness Scenario Workshop in una sintesi pratica su Wikimedia E.A.S.W..
Leggi tutto...

ePanels

ePanels è un metodo con cui un consiglio comunale, o regionale, o altre organizzazioni possono effettuare regolari consultazioni on-line con un gruppo conosciuto di cittadini.  Tale metodo è stato in qualche modo adottato dall’Unione Europea attraverso un progetto finanziato, proprio intitolato ePanels. Lo scopo era quello di risolvere il problema…
Leggi tutto...

Citizens Panel

Breve descrizione: Citizens Panel è un grande gruppo demograficamente rappresentativo di cittadini regolarmente utilizzati per valutare le preferenze del pubblico e opinioni.  Descrizione: Un pannello di cittadini 'vuole essere un organo consultivo di rappresentanza degli abitanti della zona ed è tipicamente utilizzato dalle agenzie statutarie, in particolare le autorità locali…
Leggi tutto...